Top e flop del Mondiale

Top e flop del Mondiale

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Andrea Losapio Twitter:  articolo letto 1373 volte

Tutto secondo pronostico. L'Olanda regola, non senza incontrare difficoltà, la Costa Rica, mentre l'Argentina frena l'avanzata del Belgio, piegato uno a zero grazie alla rete di Gonzalo Higuain. Ci è voluto più del previsto per i tulipani, costretti dai caraibici a rischiare più di una volta. La sfortuna ha fatto il resto, con tre pali, ma alla fine Krul ha riportato tutto sul binario vincente.

I top

La costanza dell'Olanda - Due mondiali, due volte su due nelle prime quattro. Questa volta, del resto come l'ultima, grande merito e gioco scoppiettante, nonostante gli assi non siano al massimo della forma. Al momento è la squadra più in forma vista nelle semifinali, nonostante il pareggio con la Costa Rica.

Gonzalo Higuain - Si nasconde, al limite dell'istrionico, poi piazza la zampata vincente da bomber di razza. In un'Argentina che sembrava dipende da Messi e Di Maria, c'è pure il suo zampino da centravanti scafato.

La difesa della Costa Rica - A tratti impenetrabile, Keylor Navas continua nel suo fioretto di non prendere gol dopo avere visto Balotelli, o quasi, Papastathoupolous è stato l'unico a segnargli su azione, o quasi. Difesa davvero impeccabile, con un po' di fortuna in qualche sprazzo.

I flop

I rigoristi - I costaricani prendono paura quando entra Krul, due rigori parati in carriera su trentadue. Insomma, come se ci fosse una sedia in porta, o quasi. Sta di fatto che il portiere oranje ne intuisce quattro su quattro dando la vittoria alla propria squadra.

Il Belgio - L'avversario non era dei più semplici, d'accordo. Ma vincere di misura contro tutti e poi infrangersi al primo scoglio non è da grande squadra. Dovrà ancora mangiarne di crusca prima di potere essere considerata una delle potenze mondiali.

La sfortuna dell'Olanda - Storicamente gli oranje sono tutt'altro che fortunati. Anche stavolta tre pali a salvare Navas, per fortuna ci ha pensato Louis van Gaal a cambiare l'inerzia della partita. Potrebbe essere finalmente l'anno buono, sudamericane permettendo.