Slimani di testa nella storia, delude Brahimi. Le pagelle dell'Algeria

Slimani di testa nella storia, delude Brahimi. Le pagelle dell'Algeria

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Oreste Giannetta articolo letto 1755 volte

Mbolhi 6,5: Lo stile è un’altra cosa, ma quel che conta è che a parte la conclusione imparabile di Kokorin riesce a bloccare tutte le conclusioni dei russi.

Mandi 5,5: Soffre in avvio sulle iniziative di Kombarov e Shatov. Meglio nella ripresa, anche perché aiutato da Ghilas.

Belkalem 6: Tenta forse troppo l’anticipo e nel primo tempo rischia un po’ troppo. Nella ripresa si limita e guida ottimamente la retroguardia.

Halliche 5,5: Qualche passaggio a vuoto, soprattutto quando si accende Kerzhakov. Per sua fortuna capita raramente.

Mesbah 5,5: Conferma quanto sapevamo, che quando si tratta di difendere ha delle lacune. Spinge pure poco, lasciando il compito a Djabou, anche perché tende troppo a scivolare.

Medjani 6,5: Solito gladiatore a centrocampo, per difendere il pareggio si sposta stabilmente in terza linea, senza sbagliare nulla.

Bentaleb 6: Fa il suo dovere, non è a lui che si richiede il cambio di passo.

Feghouli 6,5: Brutta partenza, con la ferita alla testa che lo costringe fuori mentre i russi vanno in vantaggio. Paga la rabbia, forse, e nel primo tempo sbaglia molto. Molto meglio nella ripresa, trascina i suoi in avvio e poi prova a tenere il più possibile la palla lontano dalla sua area.

Brahimi 5: Il peggiore dei tre fantasisti algerini. Male nel primo tempo, quando è troppo lento e prevedibile, nella ripresa è l’unico a non svegliarsi dal torpore.

Dal 71’ Yebda 6: Entra per dare solidità al centrocampo e sfrutta la sua esperienza per farlo senza sbavature.

Djabou 6,5: Inizio timido, migliora da quando Halilodzic lo invita ad avanzare il raggio d’azione. Mette spesso in difficoltà Kozlov e si procura la punizione del pareggio.

Dal 77’ Ghilas 6: Un quarto d’ora da terzino in un’inedita linea difensiva a 7 per l’attaccante del Porto. Non è il suo lavoro e si vede quando si fa ammonire con un intervento fuori tempo.

Slimani 7: Il più pericoloso dei suoi già nel primo tempo, quando impegna Akinfeev con due inzuccate. Giusto che sia lui a segnare il gol del pareggio

Dal 90’ Soudani sv.