E. Valencia decisivo, Paredes propositivo, A. Valencia e Montero deludono. Le pagelle dell'Ecuador

E. Valencia decisivo, Paredes propositivo, A. Valencia e Montero deludono. Le pagelle dell'Ecuador

© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport
 di Vito Aulenti Twitter:  articolo letto 1529 volte

Dominguez 6 - Vigile sulle sassate dalla distanza di Bengtson e Bernardez.

Paredes 7 - Performance eccellente del terzino destro del Barcelona Sporting Club, che, con un suo cross, propizia l'1-1 di Enner Valencia. 

Guagua 4,5 - E' sua l'ingenuità colossale che permette a Costly di trovarsi a tu per tu con Dominguez in occasione dell'1-0 honduregno. Nel corso del match combina altri pasticci, che alimentano le speranze di pareggio degli avversari. Disastroso.

Erazo 5,5 - Appena sufficiente in fase difensiva. Su una palla inattiva, si divora un gol non impossibile coordinandosi in maniera goffa per la frustata decisiva.

Ayovi 6 - Combina poco o nulla, ma ha il merito di servire il pallone decisivo per il 2-1 di Enner Valencia.

A. Valencia 5 - Un fantasma. Parente lontanissimo del giocatore ammirato tra le fila del Manchester United.

Minda 6 - Leggendo le formazioni, qualcuno si sarà chiesto perché puntare dal 1' su Minda e non su Gruezo: ebbene, "El Perro" ci mette ben poco per rispondere agli scettici, sfoderando una partita di grande quantità. (Dall'83' Gruezo s.v.)

Noboa 5,5 - Non commette particolari sbavature.

Montero 5 - La delusione più grande della serata al pari di Antonio Valencia. Fantasma vol. 2. (Dal 90' Achilier s.v.)

Caicedo 5,5 - La luce di Enner Valencia oscura la gara dell'attaccante dell'Al-Jazira Club, che questa sera si è fatto apprezzare più in fase di ripiegamento, che in zona-gol. (Dall'82' Mendez s.v.)

E. Valencia 7,5 - Ha il cinismo dei grandi centravanti il numero 13 ecuadoriano, alla sua terza segnatura nella competizione iridata. Se l'Ecuador continua a sognare gli ottavi di finale, il merito è soprattutto suo.