Storia e curiosità di Colombia-Giappone

Storia e curiosità di Colombia-Giappone

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Oreste Giannetta articolo letto 1737 volte

Poche speranze per il Giappone di Alberto Zaccheroni, che solo vincendo contro la già qualificata Colombia e sperando che la Grecia stoppi la Costa d’Avorio potrebbe guadagnarsi la seconda qualificazione consecutiva agli ottavi della sua storia.

Il problema è che i nipponici nei due precedenti contro i sudamericani non hanno mai vinto e nemmeno segnato un gol. Nel 2003 si affrontano nel girone di Confederations Cup col secondo posto in palio. A Saint Etienne vincono e passano il turno i Cafeteros, grazie al gol partita di Giovanni Hernández, classico regista che però non lascerà mai il Sudamerica, espatriando solo per una stagione giocata nel Colo-Colo.

Se possibile per i Samurai sarà ancora più frustrante il secondo confronto, visto che nel 2007 ospiteranno sul proprio terreno la Colombia, facendosi bloccare su uno 0-0 che oggi sarebbe fatale.

Serve dunque qualcosa in più, soprattutto contro questa Colombia che è già nella storia, non solo perché qualificatasi alla fase a eliminazione diretta per la seconda volta, dopo l’impresa del 1990, ma perché l’ha fatto con due vittorie, traguardo mai raggiunto nelle precedenti partecipazioni alla Coppa del Mondo.