Muller lancia la Germania. Ma festeggiano anche gli USA

Muller lancia la Germania. Ma festeggiano anche gli USA

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Tommaso Maschio articolo letto 1087 volte

LE FORMAZIONI – Negli Stati Uniti due cambi rispetto alle ultime gare con Davis e Gonzalez al posto di Bedoya e Cameron. Davanti, assente Altidore infortunato, giocherà Dempsey con Zusi e Bradley alle sue spalle. Nella Germania Schweinsteiger farà coppia con Lahm in mezzo al campo con Kroos, Ozil e Podolski, preferito a Gotze, alle spalle di Muller.

PRIMA FRAZIONE EQUILIBRATA – La Germania inizia meglio stringendo d'assedio la metà campo avversaria con il suo palleggio insistito che trova però pochi spazi negli ultimi 20 metri. Tanti i cross dalle fasce, specialmente quella di destra, ma poche conclusioni con i soli Kroos e Ozil che impensieriscono un attento Howard. La squadra di Klinsmann risponde con i contropiedi portati avanti da Bradley e Jones che però non sono mai precisi nell'ultimo appoggio ai compagni. L'unica conclusione degna di nota è quindi il tiro a giro di Zusi che sorvola di poco la traversa di Neuer.

LA GERMANIA PASSA NELLA RIPRESA – Anche nella ripresa i tedeschi fanno la partita e con Klose riescono a trovare maggiore incisività in avanti. Proprio il centravanti della Lazio sfiora subito il gol con un colpo di testa che finisce di poco a lato. A sbloccare la gara è però Muller che dal limite raccoglie una respinta di Howard sul colpo di testa di Howedes e calcia a giro sul secondo palo. La Germania controlla il vantaggio e addormenta la partita per lunghi tratti con gli Stati Uniti che accusano il colpo e non riescono a rispondere fino ai minuti finali quando Bedoya e Dempsey sfiorano il pari. Finisce con la vittoria della Germania e gli USA che festeggiano comunque perché grazie alla differenza reti accedono agli ottavi.