Germania cento e lode. Muller disintegra il Portogallo di CR7

Germania cento e lode. Muller disintegra il Portogallo di CR7

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Michele Pavese Twitter:  articolo letto 1148 volte

Con un primo tempo autoritario, la Germania disintegra il Portogallo e manda un chiaro segnale al Mondiale: la squadra di Low è più determinata che mai a conquistare il titolo iridato per la quarta volta nella sua storia. Un esordio più facile del previsto per i tedeschi, che soffrono solo nei primi dieci minuti le rapide ripartenze dei lusitani. Poi, dopo il rigore concesso per un fallo di Joao Pereira su Gotze (e trasformato da Muller), dominano in lungo e largo e travolgono i malcapitati ragazzi di Bento, incapaci di reagire e lasciati in 10 dopo 37' dal "solito" Pepe. Mattatore del match è Thomas Muller, autore di una fantastica tripletta.

Pagano le scelte operate da Joachim Low. I tedeschi amministrano il vantaggio conquistato nei primi minuti con grande tranquillità. Gotze, Ozil e Muller allargano le maglie della difesa portoghese e non danno punti di riferimento, si scambiano continuamente la posizione, rendendo difficile il recupero della palla a Ronaldo e soci. In particolare è l'ex Borussia a creare il panico ogni volta che entra in possesso del pallone. I ritmi sono subito alti e la partita è molto piacevole. Tanti gli errori in disimpegno a causa della grande aggressività di entrambe le squadre. Più del rigore, gli episodi determinanti sono il raddoppio di Hummels (stacco imperioso di testa su un corner calciato dalla destra), che spegne le velleità di rimonta avversarie, e l'espulsione di Pepe, punito eccessivamente dopo manata e successivo battibecco con un Muller troppo teatrale. Portogallo sfortunato: oltre alla squalifica di Pepe, rischia di perdere anche Coentrao e Almeida, usciti anzitempo a causa di problemi muscolari. Con Cristiano Ronaldo non al meglio della condizione, ci sarà da stringere i denti in vista delle prossime (non proibitive) sfide contro Usa e Ghana. Proprio Coentrao, uno dei migliori dei suoi, aveva sprecato la più ghiotta occasione per la sua squadra due minuti prima del rosso comminato al difensore del Real Madrid, quando il punteggio era ancora sul 2-0.

Con la pratica chiusa nel primo tempo, la Germania si limita a controllare gli sterili attacchi portoghesi nella ripresa. Quando schiaccia il piede sull'acceleratore, però, la formazione tedesca è letale. Dopo gli errori di Ozil e Gotze, Muller cala il poker e porta a casa il pallone delle centesima partita MOndiale della Germania. Ronaldo prova a rendere meno triste il suo pomeriggio brasiliano, ma Neuer gli nega il gol su calcio di punizione con un grande intervento.